Ciclo biologico

Cimice dei letti

La Cimex lectularius è un parassita di dimensioni piuttosto ridotte, non superando i 6-8 mm di lunghezza allo stadio adulto. Il corpo è di forma tendenzialmente ovale, estremamente appiattito. La colorazione varia dal bruno rossiccio degli esemplari a digiuno, al nerastro degli esemplari sazi di sangue.

Le uova della cimice dei letti sono lunghe circa 1 mm, di colore bianco perlaceo; esse vengono deposte (incollate), isolate o a gruppi, in prossimità dei punti di annidamento e, comunque, in posizioni nascoste e difficilmente raggiungibili. Sono praticamente impermeabili, pertanto resistenti all’effetto dei comuni insetticidi.
Dalle uova, nel giro di una decina di giorni (i tempi variano in funzione della temperatura ambientale), schiudono delle piccole neanidi di colore chiaro, già pronte al pasto di sangue.

 

Lo stadio adulto della cimice dei letti, in condizioni favorevoli, è raggiunto nel giro di 30-40 giorni, dopo cinque mute. Ogni muta richiede preventivamente un pasto di sangue.

Le cimici adulte vivono mediamente 4-6 mesi, ma in condizioni particolari possono raggiungere anche i due anni di vita. Ogni femmina adulta, nel corso della propria vita, depone fino a 500 uova. In condizioni ideali un esemplare adulto si nutre ogni 4-6 giorni, ma è in grado di sopravvivere senza alimentarsi per oltre un anno.